Esercizio in apparenza innocente...

Area dove è possibile incontrare amici per dialogare su qualsiasi argomento intorno alla Fisica, e non solo di Fisica
Rispondi
matteofisica
Messaggi: 31
Iscritto il: 7 ott 2020, 17:42

Esercizio in apparenza innocente...

Messaggio da matteofisica » 16 mag 2021, 18:31

Trovo molto bello (e utile) fare riflessioni sulla fisica, al di là degli esercizi, perché, secondo me, possono rappresentare non solo spunti di dibattito, ma anche di nuove soluzioni.
Halliday, Fisica 2. Capitolo 25, esercizio 25.
"Il neutrone si ritiene composto di un quark up e di due quark down..."
Nulla di strano, a una prima lettura, ma vi invito a rileggerlo un'altra volta.
Fatto? ;)

Ebbene, quel "si ritiene composto" mi ha fatto sorridere, e anche pensare. Mi ha fatto pensare a quanto la scienza sia andata avanti in meno di quarant'anni: ciò che neanche mezzo secolo fa sembrava incerto o addirittura improbabile, un paio di decenni dopo si è rivelato essere la realtà.
Abbiamo impiegato duemila anni per capire di che cosa fosse fatto un atomo (e fino a due secoli fa non si era neanche certi che gli atomi esistessero davvero) e appena un decennio per rilevare una intera "famiglia" di particelle subatomiche.

E' successo anche a voi di imbattervi in esercizi simili? E che ne pensate? Cosa scopriremo tra cinque anni, che adesso non immaginiamo neppure? O credete che sarà sempre più difficile (e costoso, purtroppo) fare scoperte più profonde sulla natura della materia? :?:
Aspetto con interesse le vostre risposte! :D

Matteo
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre! A. Einstein

Scopo della scienza non è tanto quello di aprire una porta all'infinito sapere, quanto quello di porre una barriera all'infinita ignoranza - Brecht, Vita di Galilei

Rispondi