Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Area riservata alla discussione di argomenti concettuali di fisica, non necessariamente legati ad uno specifico problema
Gamow00
Messaggi: 161
Iscritto il: 24 ago 2016, 14:52
Località: Cambridge

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Gamow00 » 12 nov 2020, 18:51

Non capisco perchè ti interessa così tanto sostituire i valori numerici. Comunque, eccoti servito.

Definisco , dove , sono massa e raggio della Terra rispettivamente.

Allora la dilatazione temporale sul pianeta con massa è:



Il tempo sul pianeta rallenta di per ogni secondo terrestre, o di ogni tre ore.
Sapere aude ;)

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 12 nov 2020, 19:07

Scusa, ma non è molto più comprensibile, spedito, celere, immediato scrivere SEMPLICEMENTE

T’= T/(1- rad. di 11000^2)

TUTTO QUI
TUTTO QUI
TUTTOQUI!


Inoltre, se la luce è curvata 4 volte più della curvatura che riesce a imprimere il Sole, mi fai il piacere di indicarmi il grado di curvatura che subisce un raggio di luce? Ovviamente, con matematica e disegno. Oltre che con i numeri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
E SENZA TENSORI!!!!!!!!!

Se Cambridge mi paga il biglietto vengo a spiegar loro (inglesi) Occam:
Frustra fit per plura quod potest fieri per pauciora.

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 12 nov 2020, 20:07

Naturalmente, 110000 è il numero assoluto, ma rapportato a C diventa '0,36. <perciò la formula è 1/√1-0.36^2. E ti trovi il ritardo di 0,1313 secondi che il pianeta massivo denuncia rispetto a ogni secondo terrestre.
Che serenata!

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 13 nov 2020, 10:51

Come il solito ho errato nei numeri: ma preciso.

Il numero assoluto è 11.000 (undicimila).
Il rapporto con C è, evidentemente, 0.036.
L'equazione, dunque, è T' =T/(radicedi 1- 0.036^2).

Ed ecco che tutto torna al miliardesimo.
Mi si perdoni la fretta, che è veramente pessima ausiliatrice.

Possiamo proseguire con la curvatura.
IR

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 13 nov 2020, 13:09

Spiego tutto.
Mi basta considerare la velocità di fuga, il cui quadrato è SEMPRE pari a 2GM/R. Ora la velocità di fuga dal pianeta è paria a 11.000Km/s, poiché quella terrestre è 11 Km/S.
Infatti, siccome la massa è 1000 volte superiore (e il raggio è identico: fatto importate), per ricavare una velocità di fuga 1000 volte quella terrestre, mi basta moltiplicare 11 per 1.000.
Dopo di che, tratto la Vf come normale V ,e quindi procedo con la classica equazione. Insomma, come se fosse t=t’/√1-V^2.

T’ = T fratto radice di 1- 0.036^2. Infatti, il numero base è una frazione di C (300000 KMs). Ed ecco che ottengo 0.1313, ossia esattamente il ritardo dell’orologio più massivo!

Aspettando i tuoi complimenti, ti stimolo a passare alla curvatura: anche lì, come qui, il difficilissimo diventa facile.

Gamow00
Messaggi: 161
Iscritto il: 24 ago 2016, 14:52
Località: Cambridge

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Gamow00 » 21 nov 2020, 13:57

Navi ha scritto:
13 nov 2020, 13:09
Ora la velocità di fuga dal pianeta è paria a 11.000Km/s, poiché quella terrestre è 11 Km/S.
No, come hai detto , quindi semmai

Il fatto che la velocità di fuga in qualche modo "funzioni" in RG è interessante, ma non ha alcuna giustificazione. Il fatto che venga azzeccato il fattore adimensionale è pura fortuna, o come volete chiamarla.
E' sicuramente una buona mnemonica, ma è importante capire che non c'è nessun motivo per il quale dovrebbe funzionare.

Si può anche notare che un ragionamento analogo (e analogamente errato) dà il corretto raggio di Schwarzschild di un pianeta, ovvero il raggio al quale dovrebbe essere compresso il corpo celeste per farlo diventare un buco nero.

Un buco nero ha "velocità di fuga" , poichè la luce non riesce a sfuggirgli.

Quindi
Sapere aude ;)

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 16 dic 2020, 17:30

No! Non è fortuna né altro: è ragionamento. La velocità di fuga è quella che serve perché il corpo superi l'attrazione del pianeta. Cioè a dire che sul pianeta c'è una forza di attrazione (curvatura dello spazio tempo o altro) che mantiene lì legati. Orta, la velocità di fuga (forza occorrente per liberarsi) altro non è che l'energia sufficiente affinché venga superato il cappio posto dalla gravità del corpo. Ora, che meglio di questa energia, può dettare misure, tempi, scansioni, dimensioni che descrivano la forza di gravità del corpo e quanto occorre per vincere quel qualcosa che tiene la materia avvinta al corpo? Insomma, la velocità di fuga è quella che descrive esattamente "La forza" di cui deve essere intriso il corpo che vuole sfuggire al cappio del pianeta!
Del resto, se non ti fermi a me, ma leggi Coccia (Gran Sasso), vedrai che il genio usa la velocità di fuga proprio nel modo identico al mio!!!!!!! Ti prego di leggerlo affinché tu non rimanga sempre confortato dalle sole tue idee.
W la velocità di fu come interprete che coadiuva nella comprensione della RG, anche se non la spiega tutta.
Dopo che hai letto Coccia ti formulo un problemino sulla curvatura spaziotempo, e lì si vede ancor meglio il merito della velocità d fuga.
Ciao

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 22 gen 2021, 11:02

Medaglia d'Argento Luca, buondì. Se hai avuto modo di leggere il Professor Coccia, che, mesi dopo, formula l'identico mio esempio, passo a un problemino di curvatura, dove viene evidenziata la velocità di fuga, sotto forma di velocità di caduta (è identica), che segnala il valore della curvatura. Insomma, è come se, anziché muoversi solo un corpo, è l'intero compendio (che avvolge il pianeta) a muoversi (una sorta di scale mobili), creando sfasatura temporale e curvatura spaziotempo. Se, poi, non hai voglia, vedrò di farlo con calma più in là.
In ogni caso, ti saluto, augurandoti ogni bene.
IR (Navi)

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 24 gen 2021, 12:21

Questa chiacchierata assorbe pure quanto anticipato sub LA TEORIA


Esiste un corpo massivo che esercita forte attrazione gravitazionale, tanto che un oggetto, partito da dove inizia il campo, accelerando, tocca il suolo con velocità di caduta di 100.000 Km/s.: VELOCITA' DI CADUTA CHE è sempre esattamente corrispondente alla VELOCITA’ di FUGA!
Un raggio di luce, proveniente da ovest, si imbatte nel campo di gravità. Di quanti gradi è curvato il raggio verso il pianeta?
Bel problemino, che spiega tante cose.
Ciao

Navi
Messaggi: 182
Iscritto il: 29 mar 2020, 13:22

Re: Ventilata contrazione delle lunghezze in RR

Messaggio da Navi » 7 feb 2021, 12:28

Ricordiamo questa formula, e poi ne parliamo:Δφ= 4GM/c2r.

Rispondi